31564211_1713129815438286_4518512488261615616_n

1°Maggio 2018. W LE MAESTRE E I MAESTRI D’ITALIA!

1° MAGGIO 2018.
W LE MAESTRE E I MAESTRI D’ITALIA!
Un festa del lavoro segnata da una grande preoccupazione per le maestre e i maestri in sciopero della fame dal 28 aprile.
In questo momento ogni pensiero appare retorico, difficile da rendere nella sua complessità…
Adida, che per prima ha iniziato a lottare per la difesa di chi, con questo titolo, subiva una grave discriminazione e un grave sfruttamento, oggi si sente più che mai vicina ai docenti e alle docenti che, a seguito di una sconcertante sentenza, sono sull’orlo di un baratro.
Un baratro causato dalla politica e che la politica DEVE velocemente risolvere. Invece si cincischia, si gioca a chi fa demagogia e si propone come paladino di giustizia, cavalcando un enorme dramma umano e professionale. Da quando, nel 2007, Fioroni ha chiuso le GAE, i docenti e le docenti diplomati magistrali hanno subito il più vergognoso sfruttamento della storia del sistema scolastico nazionale e ora, dopo le ennesime prove di insensatezza, migliaia di docenti rischiano di retrocedere nuovamente nel limbo di un precariato senza fine, con una legge, la 107, che promette di licenziare dopo 3 anni di servizio e la mancanza di stabilizzazione.
I posti messi a concorso sono stati insufficienti per assorbire la reale esigenza del sistema, sia nel 2012 che nel 2016, non esiste un vero piano di miglioramento della scuola dell’infanzia e primaria e l’unica possibilità, ventilata anche dai media, resta per i Diplomati magistrali l’espulsione dal sistema, in mancanza di tutele normative adeguate al loro profilo e al caso nazionale scoppiato dopo la sentenza della Plenaria.
Non permetteremo che ACCADA L’IRREPARABILE! I maestri e le maestre devono vedere la fine di questo incubo!!!!!!