Precedenti

logo-miur

Un necessario chiarimento!

In risposta alle numerose richieste di chiarimento rispetto all’adesione dell’Associazione allo sciopero del 23 marzo, ci sembra doveroso dare una informazione univoca e trasparente, in modo da poter spiegare la nostra posizione. Leggi tutto

foto con mano

Domanda di partecipazione al Concorso riservato: scadenza e indicazioni operative.

Il giorno 22 marzo, alle ore 23.59, scadrà il termine per la presentazione delle domande di partecipazione al Concorso 2018 riservato ai docenti abilitati della scuola secondaria. Leggi tutto

28166802_10215755122773991_7050019556921280991_n

Breve resoconto dell’incontro di Napoli del 25 febbraio con gli avvocati Michele Bonetti e Santi Delia.

A causa dei forti disagi occorsi per il maltempo, siamo un po’ i ritardo sulla restituzione di alcune informazioni riguardo all’incontro di Napoli della scorsa domenica, di cui a breve sarà on line anche un video riepilogativo con le parti più generali e salienti dei discorsi dei nostri avvocati. In attesa di questo video, vi rimettiamo alcune informazioni utili ad orientarvi.
1. Per i colleghi ITP e per le altre categorie escluse dalla fase transitoria i termini per ricorrere sono stati prorogati al 22 marzo. Le informazioni e le modalità di adesione sono disponibili sui siti degli avvocati Bonetti e Delia. A chi aderirà, sarà inviata una domanda cartacea da compilare e inoltrare secondo le indicazioni date dagli Avvocati stessi. Seguite con scrupolo le loro indicazioni.
2. Non è possibile accedere alla fase transitoria senza ricorso anche se alcune sentenze definiscono abilitanti titoli ITP o AFAm o altro, in mancanza di un atto amministrativo che ne stabilisce la validità (come è accaduto, per chi è informato, per il Diploma magistrale). L’unica possibilità rimane un nuovo ricorso, dagli esiti non scontati, come sempre.
3. La fase transitoria riguarda solo i docenti di scuola secondaria, non infanzia e primaria. Per questo segmento di scuola, sarà nostra priorità cercare una soluzione politica e seguire le varie possibilità in ambito legale, come più volte ribadito. Le richieste sono ben note: conferma dei ruoli, conferma dell’inserimento in GAE, estensione del diritto a tutti i possessori del titolo di essere nelle GAE e in I fascia.
4. Si invita tutti coloro i quali, della secondaria o dell’infanzia e della primaria, in ruolo con riserva o senza, a seconda dei casi, di proseguire nell’anno di prova e di NON FIRMARE NULLA CHE SIA RICHIESTO A RETTIFICARE I PROPRI CONTRATTI, nonostante le pressioni che potreste ricevere dalle amministrazioni e/o dalle scuole. Nell’affrontare la vicenda immediatamente dopo le elezioni, i vostri contratti sono l’unica arma da poter utilizzare per eventuali richieste, da estendere a tutta la categoria, in virtù della parità di trattamento.
5. Per i ricorrenti ITP, prevalentemente, ma anche per tutti gli altri, l’invito è di attenervi alle indicazioni che provengono UNICAMENTE DAGLI STUDI LEGALI E DI NON PASSARVI LE INFORMAZIONI L’UN L’ALTRO. Sebbene i ricorsi siano simili e paralleli, anche in ordine temporale, potrebbero essere state diverse le vicende in ambito giudiziale e, pertanto,diverse le indicazioni da seguire da parte vostra. Attenetevi alle richieste ed alle indicazioni degli studi legali, senza prendere iniziative personali e senza farvi confondere le idee da informazioni attinte dai social o per altra via informale.
6. Per ogni richiesta di chiarimento, scrivere all’Associazione Adida secondo i contatti sul sito che supporta gli studi legali gravati da troppe richieste nel loro lavoro di informazione e consulenza.

26943028_10213462000096831_2138239330_n

NON “SPEGNIAMO LA LUCE” SUI PRECARI!!!!!

Oggi, in coincidenza con la giornata del risparmio energetico, come a rispondere all’invito a camminare a piedi per contribuire anche simbolicamente a farsi carico della salvaguardia del Pianeta Terra, MIGLIAIA DI PIEDI HANNO PERCORSO LE VIE DI ROMA, DAL MIUR AL PANTHEON, per manifestare ancora una volta contro una inverosimile situazione che vede migliaia di persone IDONEE ALL’INSEGNAMENTO DA PRECARI, ma non da docenti di ruolo.
Questa grottesca situazione, inaccettabile dopo anni di servizio alle dipendenze dello Stato, NECESSITA DI URGENTI ED ADEGUATE MISURE.
Oggi a sfilare sono stati i docenti della scuola primaria e dell’infanzia ma anche precari di altri ordini di scuole, gli uni e gli altri accomunati da un destino di sfruttamento e negazione.
NON PERMETTEREMO ALLA POLITICA DI SPEGNERE I RIFLETTORI SULLA NOSTRA SITUAZIONE E CONTINUEREMO LA PROTESTA, OSCURATA DALLA STAMPA E DALLA TV NAZIONALE, fino a quando la nostra situazione non sarà affrontata e risolta!!!!
Le persone non sono oggetti! La nostra vita e la nostra professionalità sono in gioco, NON UN GIOCO!!!

personal-finance-books

Reclutamento scuola primaria e dell’infanzia: quale fase transitoria?

“Finalmente” è stato pubblicato il bando che permetterà l’avvio della cosiddetta fase transitoria per il reclutamento dei docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado. Più volte ho definito questo provvedimento una “toppa” che il MIUR ha messo su uno strappo del sistema di reclutamento voluto dal governo Renzi e normato dal governo successivo. Ma è evidente che, dopo la sentenza del Consiglio di Stato che ha chiuso le porte della stabilizzazione ai docenti della scuola primaria e dell’infanzia, questa toppa è striminzita e non copre affatto l’incresciosa situazione  di tutti i docenti delle graduatorie d’istituto, acuita dalla citata sentenza. Leggi tutto

foto tribunale

ITP E FASE TRANSITORIA

Da quando gli insegnanti tecnico-pratici hanno subito la stessa negazione di riconoscimento professionale, dopo anni di precariato, riservata ai colleghi di altre categorie e classi di concorso, ADIDA si è fatta promotrice di una serie di azioni legali volte a permettere un’affermazione della loro presenza nella scuola, anche in termini di progressione verso la stabilizzazione. Questo ha portato ad importanti risultati ma quello che si preannunciava, ovvero l’accesso alla fase transitoria per i docenti della II fascia delle Graduatorie d’Istituto, sembra sfumare, in virtù di una data che rischia di escludere dalla fase transitoria stessa buona parte dei docenti ITP iscritti in II fascia con provvedimenti cautelari. Leggi tutto