Attendere, operazione in corso...

ADIDA - Associazione Docenti Invisibili da abilitare

23.06.2016/ Nuovo ricorso GAE rivolto a D.M. ante 2001/2002, Depennati dalle GAE, Congelati SSIS

Parte il ricorso collettivo per l’impugnazione del decreto ministeriale n. 495/2016 per ottenere l’inserimento in GAE per i possessori di diploma di maturità magistrale conseguito entro l’anno 2001/2002 ed altre categorie di appartenenza quali: congelati SSIS, depennati dalle GAE.

Carissimi colleghi e colleghe, 
si è aperto un nuovo spiraglio per ricorrere contro l'illogica esclusione dalla GAE di quanti di noi hanno un titolo abilitante, esattamente come coloro i quali vi sono iscritti.
Il nuovo decreto di aggiornamento, nonostante la politica avversa, costituisce un'occasione utile a tentare la via legale per risolvere una questione unicamente politica, ovvero quella che ci ha lasciato fuori dalle possibilità di ambire alla stabilizzazione, sia per migliorare la nostra posizione lavorativa che la qualità dell'intero sistema. Nonostante i proclami, infatti, la famosa supplentite è destinata a protrarsi, a nostro danno e a danno degli alunni delle nostre scuole.
Sappiamo tutti che i ricorsi non sono la soluzione al problema, sappiamo che, quando la politica non lo vuole, nemmeno le sentenze trovano facile applicazione. Chi ha già ricorso con noi ha fatto la spiacevole costatazione sulla propria pelle, a causa dell'ostruzionismo incontrato nell'esecuzione delle sentenze.
Tuttavia, le scelte inadeguate del Governo stanno portando a importanti ammissioni da parte dei politici più in vista e degli stessi interlocutori del MIUR che pubblicamente, giorno dopo giorno, devono fare i conti con decisioni e eventi che vanno nella nostra direzione, ovvero quella della denuncia a tutto campo di una illogica diversificazione tra docenti, inesistente e arbitraria.
Le novità politiche di questi giorni, poi, possono essere lette favorevolmente, soprattutto perché indicano che il Paese non sta a guardare inerme, se gli interessi e diritti dei cittadini sono traditi, ignorati, calpestati.
Veniamo ora al ricorso...
Abbiamo già pubblicato le indicazioni preliminari per ricorrere per richiedere l'inserimento in GAE da parte dei diplomati magistrali, ma analizzando la situazione generale, in accordo con lo studio legale, abbiamo convenuto di fornirvi ulteriori elementi per decidere se partecipare o no all'attuale ricorso, dando anche una lettura “politica” alla nuova azione legale.
Intanto, è da premettere che nessun ricorso ha la certezza di essere vinto, né di essere l'unica soluzione, visto anche, come premesso, che le sentenze poi vanno applicate. Tuttavia, come è stato in passato, i ricorsi hanno consentito di mantenere vivo il dibattito sulle nostre vicende, altrimenti ignorate dalla politica e di obbligare a considerare non facile la strada della nostra negazione. 
Inoltre, anche per noi, avere un ricorso in atto, è un modo per esigere risposte, cosa che aumenta il gradi di partecipazione elle rivendicazioni in ambito istituzionale e politico.
Abbiamo ripreso la vicenda dei diplomati magistrali, sulla quale abbiamo avviato numerose attività legali.
Per questi ultimi, preme precisare che non c'è alcuna preclusione anche per l'adesione di chi ha già ricorso, con noi o con altre organizzazioni ma, per prevenire la possibilità che qualcuno non si senta bene informato sulla possibilità di aderire spieghiamo che il ricorso potrebbe essere utile a tutti, principalmente a tutti i ricorrenti fuori dal ricorso al TAR del 2014, quello dei famosi 3000.
Per chi ha partecipato al ricorso straordinario del 2014, potrebbe servire ad accelerare i tempi.
Per chi ha aderito solo al ricorso di Trento o soltanto al Giudice del Lavoro, avrebbe l'occasione di ricorrere al Tar del Lazio e sperare nelle cautelari, come è stato finora per molte migliaia di ricorrenti.
Per chi ha aderito ai ricorsi sperimentali del dicembre 2015 e del gennaio 2016, invece, è vivamente consigliato.
Per qualsiasi altra richiesta specifica e di chiarimento, potrete scriverci all'indirizzo adida.associazione@gmail.com e vi forniremo tutte le spiegazioni necessarie. Se avete intensione di aderire, non attendete l'ultimo minuto per rivolgerci domande; data la mole di mail da evadere potremmo rispondere in ritardo.

Speriamo che queste righe siano state utili a rispondere agli interrogativi di molti!

Per il direttivo, Valeria Bruccola

 




Il costo del ricorso è di euro 100,00 ed include tutte le spese di primo grado e gli onorari degli avvocati. Si rappresenta che la questione potrebbe definirsi con il solo primo grado di giudizio, considerando gli ultimi precedenti del TAR a cui ci richiameremo (clicca qui per leggere l’ultima ordinanza di accoglimento del TAR).

 

Ovviamente non si può conoscere la posizione del Giudice Amministrativo sin da ora; tuttavia riteniamo, in accordo con l’associazione ADIDA e con gli altri movimenti e associazioni della scuola che ci seguono, che sia opportuno batterci anche contro quest’ultimo decreto ministeriale per ricomprendere quei pochi esclusi che non è giusto discriminare.


Per aderire sarà necessario inoltrare la seguente documentazione allo studio legale, che dovrà pervenire entro e non oltre il 15 luglio 2016, previo invio del modello cartaceo di inserimento gae, da inviarsi entro l'8 luglio (data di spedizione ):

 

- Procura compilata e sottoscritta in originale. Per scaricare la procura clicca a seconda del tuo titolo abilitante

Diplomati magistrali

Depennati

Congelati Ssiss

- Copia del documento di identità.
- Copia della domanda di inserimento in GAE da inviare al Miur 
Viale Trastevere 76/a, 00153 Roma con raccomandata a.r (1) 

 

(il modulo verrà inviato anche per email dopo avere compilato il form on line)

Per la compilazione  è possibile consultare il seguente Fac-simile
- Copia del bonifico effettuato.
La documentazione dovrà essere inoltrata a mezzo raccomandata a.r  (1) con ricevuta di ritorno all’indirizzo:
Studio Legale Bonetti e Delia
via San Tommaso d’Aquino 47 – 00136 – Roma
Ogni busta dovrà contenere una sola adesione.
Tutta la documentazione dovrà essere inoltrata anche a mezzo e-mail all’indirizzo 
info@avvocatomichelebonetti.it
Sulla busta e nell’oggetto della email dovrete scrivere “RICORSO GAE 2016 ” specificando ANCHE la categoria: ad es "Diplomati magistrali"...
Al fine di perfezionare l’adesione al ricorso dovrete OBBLIGATORIAMENTE compilare il SEGUENTE FORM.  


Il costo del ricorso, come anticipato, è di euro 100,00 da versarsi alle seguenti coordinate:

IBAN: IT74 G020 0846 6900 0010 1303 548

BANCA UNICREDIT FILIALE RACCONIGI

INTESTATO A: ADIDA, Via I. Garbini, 50 - 01100 Viterbo

nella causale del bonifico dovrete scrivere “Nuovo RICORSO GAE 2016 (CATEGORIA DI APPARTENENZA) + NOME DEL RICORRENTE” (es. RICORSO GAE -CATEGORIA: D.M - RICORRENTE: MARIO ROSSI).

 


ATTENZIONE: QUESTO STUDIO DECLINA OGNI RESPONSABILITA’ IN MERITO ALL’EVENTUALE MANCATO INSERIMENTO NEL RICORSO QUALORA LA DOCUMENTAZIONE NON DOVESSE GIUNGERE ENTRO I TERMINI STABILITI O NEL CASO IN CUI NON SIANO RISPETTATE LE PROCEDURE PREVISTE NELLA PRESENTE INFORMATIVA.


 

ADIDA - Associazione Docenti Invisibili da abilitare
Sede presso lo studio commerciale Spugnini Via Igino Garbini n. 50 - 01100 Viterbo - Tel. Fax. +39 377 410.4112 - Codice Fiscale 95021260047