Attendere, operazione in corso...

ADIDA - Associazione Docenti Invisibili da abilitare

8.10.2016/INDICAZIONI OPERATIVE PER RICORSI GAE, TUTTE LE CATEGORIE

Il giorno 2 ottobre 2016, presso il centro Congressi Cicerone di Roma, si è tenuto l’incontro tra i ricorrenti dello Studio Legale Associato Bonetti e Delia e le associazioni di Mida Precari e Adida, in occasione del quale si è fatto il punto sulla situazione dei provvedimenti monocratici cautelari emessi nella giornata del 21 settembre 2016 (DM, SFP, PAS, TFA decreto 495/2016), le richieste d’ottemperanza da inviare al seguito del mancato inserimento in Gae e le domande d’inserimento da recapitare ai vari USP e USR (quando di competenza).

Durante l’assemblea si sono raccolti i nominativi dei referenti regionali e provinciali, ai quali si potranno rivolgere i ricorrenti per le principali informazioni circa lo stato degli inserimenti o per le indicazioni per la compilazione delle domande e dei form predisposti dallo Studio. Data la complessità e l’eterogeneità delle situazioni ieri rappresentate non è possibile rendicontare in maniera esaustiva circa le molteplici domande poste all’avvocato, si cercherà pertanto di rispondere alle domande poste con maggiore frequenza.

1. Tutti i ricorrenti dovranno attendere la pubblicazione del proprio provvedimento, al seguito del quale riceveranno una mail da parte dello Studio Legale e la richiesta di compilare il form appositamente predisposto. A quel punto, chi non avesse inoltrato la domanda al MIUR entro il giorno 8 luglio, potrà scaricare il modulo d’inserimento in Gae (nelle pagine Fb dello Studio Bonetti, Mida e Adida). Il modello compilato, sia quello inviato, che quello realizzato per lo scopo suddetto, potrà essere consegnato all’USP di riferimento (è consigliabile recarsi di persona e attendere la ricevuta di protocollo, organizzandosi con i referenti di zona, magari andando in gruppo. Chi avesse inoltrato la documentazione via Pec controlli di aver ricevuto il numero di protocollo). In caso d’immotivato diniego, si ricorda che il decreto del 21 settembre contiene già in se l’ottemperanza, pertanto potete porgere denuncia, poiché si sta violando quanto disposto dal giudice.

2. Nel caso il ricorrente risulti destinatario di un doppio provvedimento cautelare (due ricorsi non incompatibili l’uno con l’altro – ossia due provvedimenti che non impugnino lo stesso decreto-) i ricorrenti non sono costretti a ricusarne uno. Diversamente si ricorda lo stato d’incompatibilità tra diversi ricorsi che impugnino lo stesso decreto.

3. I nominativi dei ricorrenti sono stati già trasmessi all’USP dallo Studio Legale, pertanto si consiglia di provvedere celermente all’invio della domanda d’inserimento in Gae.

4. Per quanto riguarda i Diplomati Magistrali non esistono grandi motivi ostativi all’accoglimento dell’inserimento a pieno titolo dei ricorrenti, avendo già alcuni di loro in passato ricevuto la nomina dei ruoli, tuttavia di rammenta che si dovrà attendere a breve l’esito della Plenaria.

6. E' stato chiesto anche un chiarimento circa la possibilità di chiedere la correzione dei punteggi, da parte degli uffici scolastici che si ostinano a non voler correggere. Come detto in molte occasioni, la questione potrebbe essere affrontata e risolta dall\'Adunanza Plenaria, data la difformità di provvedimenti e i conseguenti trattamenti a riguardo. Tuttavia, qualora fossero state intentate azioni legali diverse con questa finalità, è sempre opportuno attendere, per due ragioni: per non caricare troppo le già difficili situazioni di inserimento e di attuazione delle ordinanze precedenti, causando ulteriori rallentamenti o resistenza degli uffici scolastici; per evitare di avviare azioni legali che potrebbero risultare più lunghe dell'adunanza suddetta e superate dalla stessa, abbiamo consigliato di attenderne gli esiti e di indicare successivamente se e come procedere.

7. Per coloro che risultano nelle recenti ordinanze cautelari, ma sono anche vincitori di concorso, si consiglia di procedere con cautela e di assumere l'incarico a tempo indeterminato dal concorso, non dalla GAE. L'eventuale inserimento, potrà sempre essere fatto, ma non è il caso di creare posizioni in cui sia possibile la revoca del ruolo, in caso di rigetto del ricorso. Attenti quindi a prendere incarichi a tempo determinato, nel frattempo, ma non a tempo indeterminato, che potrebbero andare in conflitto con la vostra posizione nella graduatoria di merito del concorso. L'esito del Concorso, attualmente, è più forte dell'inclusione in GAE con cautelare e di conseguenza è preferibile cautelarsi.

 

PER APPROFONDIMENTI LEGGERE QUI

ADIDA - Associazione Docenti Invisibili da abilitare
Sede presso lo studio commerciale Spugnini Via Igino Garbini n. 50 - 01100 Viterbo - Tel. Fax. +39 377 410.4112 - Codice Fiscale 95021260047