RIUNIONE DEL 6/6/2020 DIPLOMATI MAGISTRALI: RESOCONTO SINTETICO

Come anticipato, riportiamo un breve resoconto della riunione che si è tenuta lo scorso 6 giugno, quando l’Avv. Bonetti, da oltre dieci anni al fianco dei docenti precari che hanno intrapreso anche con Adida una complessa e dura battaglia in difesa dei propri diritti, ha esposto alcune problematiche relative ai ricorsi per i Diplomati Magistrali, dando indicazioni operative in merito.

Ben sapendo che un elenco puntato non potrà mai restituire la totalità delle informazioni condivise nel corso della riunione, riportiamo comunque i punti fondamentali esposti e le risposte alle domande più frequenti rivolte all’Avvocato e ai rappresentanti delle Associazioni intervenute.

1. In questi giorni, alcuni docenti Diplomati magistrali hanno ricevuto e stano ricevendo da parte dello Studio Bonetti delle mail con cui reperire informazioni riguardanti i partecipanti di specifico ricorso. INVIATIAMO chi le riceve a non inoltrarle a NESSUN ALTRO, perché tali mail sono UNICAMENTE inviate ai ricorrenti che devono riceverle e non ad altri sebbene con posizioni simili o assimilabili. CHI NON LE RICEVE, NON DEVE PREOCCUPARSENE, IN QUANTO, AL MOMENTO, NON INTERESSATO DALLE AZIONI URGENTI E SPECIFICHE che invece riguardano, IN QUESTO MOMENTO, UN GRUPPO RELATIVAMENTE RISTRETTO DI RICORRENTI.

2. Le mail informano riguardo ad una procedura di revoca della cautelare e spiegano in da farsi. Ciascuno di coloro i quali la riceve, altra cosa importante, DEVE RISPONDERE IN MANIERA PRECISA E CHIARA, fotografando la propria posizione professionale, in modo da aiutare lo studio a orientarsi tra le specifiche e dissimili posizioni, frutto di tanti fattori che solo i singoli possono conoscere e quindi riportare, al fine di continuare a tutelare al meglio i propri assistiti. Evitate di uniformarvi ad altri colleghi e rispondete con precisione alle semplici domande poste. Si tratta di chiarire, soprattutto, per effetto di quel ricorso siete inseriti nelle GAE e di salvaguardare questa posizione, al fine di consolidare la propria posizione. Solo chi fosse inserito UNICAMENTE nel ricorso interessato da questa imminente azione in ambito legale, sarà in una posizione più vulnerabile e quindi chiamato a scegliere se proseguire nell’azione legale stessa o meno, in base ai rischi o alle possibilità che si dipanano. LO STUDIO LEGALE STA PROVVEDENDO A CHIAMARE AD UNO AD UNO TUTTI I RICORRENTI IN QUESTA SITUAZIONE. Vi invitiamo, pertanto ad INVIARE IL FORM TEMPESTIVAMENTE e ad attendere il contatto da parte dello Studio Legale stesso.

3. AGGIORNAMENTO GRADUATORIE: visto l’imminente aggiornamento delle GI che saranno trasformate in graduatorie provinciali, in molti hanno chiesto cosa dover fare e come comportarsi vista la difficoltà trovata, nel passato aggiornamento, di vedersi riconosciuto il diritto di essere inseriti in II fascia, spettante di diritto appunto e per effetto dell’allora decreto di aggiornamento. Non avendo ancora in mano il testo del Decreto, non possiamo escludere che sarà prevista una misura atta a tutelare l’inserimento sia in II che in I fascia. Tuttavia, nell’intento di rassicurare tutti, vigileremo sulla procedura e, solo e se sarà necessario, faremo le azioni e le pressioni necessarie a sbloccare eventuali problematiche insorgenti Fino ad allora restiamo convinti che sarà non ci sono elementi di preoccupazione e che sarà obbligo del MI vigilare sull’uniformità delle procedure di aggiornamento.

4. INCARICHI ANNUALI E NOMINE IN RUOLO PER DOCENTI IN GAE CON RSERVA:allo stato attuale e se non sopraggiungono novità in ambito legale SI POTRANNO STIPULARE CONTRATTI PER SCORRIMENTO DELLE GAE. Non essendo stati fissate o discusse le udienze di merito, la posizione dei docenti con riserva non è modificata. Se subentreranno novità, sarà cura dello Studio Legale Bonetti darne tempestiva comunicazione.

5. DM SPECIALIZZATI SUL SOSTEGNO: non sono previste azioni legali per l’aggiornamento delle posizioni in graduatoria di chi ha conseguito la specializzazione sul sostegno. Non sappiamo nemmeno se il MI aprirà delle finestre per l’aggiornamento dei titoli, come è successo in passato. In questo momento di emergenza molte delle prassi consolidate sono saltate e non sappiamo prevedere le prossime mosse del Ministero a riguardo. In ogni caso, l’unica possibilità di aggiornare sarà con un Decreto apposito e non in altri modi.

6. Per tutti i ricorrenti DM: né lo Studio Legale né Adida hanno in animo di assumere un atteggiamento negativo nei confronti della vicenda complessiva che interessa la categoria dei Diplomati Magistrali. Certo è impossibile evitare di ricordare l’orientamento negativo dei Tribunali Amministrativi ma, ciononostante, ci sono ancora molte cose da poter fare in difesa della categoria. L’interlocutore politico attuale non incoraggia una soluzione politica della vicenda, l’unica logica e tra l’altro opportuna per l’Amministrazione stessa. Va comunque ricordato che, per molti se non per tutti, alcuni passi in avanti sono stati compiuti. Continuare sulla linea intrapresa con forza e determinazione è la cosa da fare, anche adesso!

Associazione Adida