Nuovo ricorso GAE 2016 rivolto a TFA, PAS, SFP

Carissimi colleghi e colleghe, come anticipato in altre sedi, abbiamo pensato di avviare un ricorso anche per categorie per le quali avevamo finora molti dubbi, come gli abilitati PAS e TFA, e di riaprire la possibilità di ricorrere anche ai laureati in SFP. Per queste categorie, preme precisare che non c'è alcuna preclusione anche per l'adesione di chi ha già ricorso, con noi o con altre organizzazioni ed è previsto un ricorso collettivo al TAR del LAZIO per impugnazione il decreto ministeriale n. 495/2016 e chiedere l’inserimento in GAE. Il costo del ricorso è puramente “politico” e, indipendentemente dalla possibilità che l'adesione sia ristretta a pochi partecipanti, l'Associazione si impegna a coprire ogni costo ulteriore al primo grado di giudizio. La quota quindi rappresenta un contributo alle spese legali e, qualora lo desideriate, potrete aggiungere o meno la quota del tesseramento, effettuando un unico bonifico, specificandolo nella causale. Associandovi aumenterete la visibilità e il peso politico dell'associazione. In caso contrario, la vostra scelta non avrà alcun peso negativo o riduttivo nell'azione di ricorso e l'associazione sarà comunque sempre presente come punto di riferimento e come canale informativo e di supporto.

 

Il costo del ricorso è di euro 50,00 ed include le spese di primo grado e gli onorari degli avvocati. Si rappresenta che la questione potrebbe definirsi con il solo primo grado di giudizio, considerando gli ultimi precedenti del TAR a cui ci richiameremo (clicca qui per leggere l’ultima ordinanza di accoglimento del TAR). In caso contrario, ovvero si debba proseguire in appello, i ricorrenti saranno tempestivamente informati sui costi e la partecipazione alla nuova azione di ricorso non sarà mai obbligatoria.

Ovviamente non si può conoscere la posizione del Giudice Amministrativo sin da ora; tuttavia riteniamo, che sia opportuno batterci anche contro quest’ultimo decreto ministeriale per ricomprendere  tutti gli esclusi dai piani assunzionali della riforma scolastica, insensatamente discriminati.

Per aderire sarà necessario inoltrare la seguente documentazione allo studio legale, che dovrà pervenire entro e non oltre il 15 luglio 2016, previo invio del modello cartaceo di inserimento gae, da inviarsi entro l'8 luglio (data di spedizione ):

 

– Procura compilata e sottoscritta in originale.

Per scaricare la procura  clicca qui per TFA, per PAS, per SFP.
– Copia del documento di identità.
– Copia della domanda di inserimento in GAE da inviare al Miur  in Viale Trastevere 76/a, 00153 Roma con raccomandata a.r (1) 

(il modulo verrà inviato anche per email dopo avere compilato il form on line). Per la compilazione  è possibile consultare il seguente FAC-SIMILE
– Copia del bonifico effettuato.

Al fine di perfezionare l’adesione al ricorso dovrete OBBLIGATORIAMENTE compilare il SEGUENTE FORM.  

La documentazione dovrà essere inoltrata a mezzo raccomandata a.r  (1) con ricevuta di ritorno all’indirizzo:
Studio Legale Bonetti e Delia
via San Tommaso d’Aquino 47 – 00136 – Roma

Ogni busta dovrà contenere una sola adesione.
Tutta la documentazione dovrà essere inoltrata anche a mezzo e-mail all’indirizzo info@avvocatomichelebonetti.it
Sulla busta e nell’oggetto della email dovrete scrivere “RICORSO GAE 2016 ” specificando ANCHE la categoria: ad es “PAS” o “TFA” o “SFP”.
 

 

Il costo del ricorso, come anticipato, è di euro 50 

IBAN: IT74 G020 0846 6900 0010 1303 548

BANCA UNICREDIT FILIALE RACCONIGI

INTESTATO A: ADIDA, Via I. Garbini, 50 – 01100 Viterbo

nella cauale del bonifico dovrete scrivere “Nuovo RICORSO GAE 2016 “TFA” o “PAS” o “SFP”  + NOME DEL RICORRENTE” (es. RICORSO GAE -CATEGORIA: TFA – RICORRENTE: MARIO ROSSI).

 

 

ATTENZIONE: LO STUDIOLEGALE BONETTI E DELIA DECLINA OGNI RESPONSABILITA’ IN MERITO ALL’EVENTUALE MANCATO INSERIMENTO NEL RICORSO QUALORA LA DOCUMENTAZIONE NON DOVESSE GIUNGERE ENTRO I TERMINI STABILITI O NEL CASO IN CUI NON SIANO RISPETTATE LE PROCEDURE PREVISTE NELLA PRESENTE INFORMATIVA.

 

 

Per qualsiasi altra richiesta specifica e di chiarimento, potrete scriverci all'indirizzo adida.associazione@gmail.com e vi forniremo tutte le spiegazioni necessarie. Se avete intensione di aderire, non attendete l'ultimo minuto per rivolgerci domande; data la mole di mail da evadere potremmo rispondere in ritardo.