Prorogati i ricorsi GAE

Prorogata eccezionalmente al 30 Luglio 2016 la scadenza dei ricorsi per la richiesta di inclusione delle GAE

I ricorsi amministrativi, presuppongono il termine ultimo di 60 giorni per impugnare un provvedimento al finde di chiederne il parziale o totale annullamento se, il provvedimento in questione, lede un diritto o produce un danno al ricorrente.

 

Le scadenza, tuttavia, dipendono da numerosi fattori che, come nel caso dei ricorsi in questione, sono stati assai ravvicinati a seguito dell'improrogabile necessità di provveddere in tempo utile all'invio della domanda cartacea con la richiesta di inclusione al MIUR, premessa utile ai fini del ricorso. 

 

Questa la nostra linea, condivisa con lo studio legale che ci assiste, che tuttavia non esclude la possibilità di ricorrere ancora, con un ricorso comunque fondato, ma che terrà conto della possibilità di non aver inoltrato la domanda in tempi utili, ovvero quelli definiti dal decreto che andremo a impugnare.

 

In sostanza, si sono determinati due tronconi diversi, che baseranno il loro impianto su due diverse linee: una che terrà conto della domanda di inclusione invviata nei termini, una sulla c impossibilità di produrre una domanda conforma al decreto, vista l'oggettiva esclusione dei ricorrenti dalla possibilità di accesso alla procedura on line di aggiornamento.

 

PER CHI VOLESSE RICORRERE, QUINDI, POTRà ACCEDERE COMUNQUE AI RICORSI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI RELATIVE ALLA PROPRIA FISIONOMIA PROFESSIONALE.

1. DIPLOMATI MAGISTRALI, DEPENNATI GAE, CONGELATI

2. ABILITATI PAS, TFA, SFP

 

Per qualsiasi informazione, rivolgersi al seguente indirizzo di posta e-mail: adida.associazione@gmail.com

 

Il Direttivo