Solidarietà per le zone colpite dal sisma

Iniziativa per la raccolta fondi da destinare alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto del 24 agosto scorso, promossa in accordo con il MIDA Precari che non soltanto approva l'iniziativa ma ne ha condiviso la sua opportunità e fattibilità, ad ulteriore conferma della convergenza di scopi e di intenti.

Cari colleghi e colleghe, molti di voi ci hanno sollecitato di impegnarci in una raccolta fondi in favore e sostegno delle vittime del recente sisma nelle regioni del Centro Italia, in particolar modo per i Comuni di Accumoli e Amatrice, devastati e in ginocchio.

La gara umanitaria di questi giorni è stata encomiabile e da ogni parte della società civile e dei cittadini di ogni angolo del Paese, ma pensiamo di accogliere questa sollecitazione, anche in ragione della nostra specifica veste associativa, che ci consente di impegnarci socialmente in ogni campo, seguendo precise linee di trasparenza e di documentazione delle movimentazioni di fondi.
Sappiamo che ogni settore della vita privata e pubblica delle zone colpite è stato drammaticamente colpito e che, purtroppo, alla popolazione non sempre arrivano gli aiuti necessari, non solo per le gravi piaghe della corruzione e della burocratizzazione di ogni aspetto della nostra vita, ma anche perché la ricostruzione e il sostegno devono riguardare tutto e tutti, famiglie, strutture pubbliche, attività produttive, ecc.
Servirà molto e pensiamo che noi, in qualità di insegnanti, abbiamo il dovere etico di impegnarci in una catena solidale che possa permettere di dare un contributo, se pur piccolo, alla difficile ripresa dopo un evento così tragico e distruttivo.
Quando avremo raccolto una discreta somma, valuteremo come devolverla, andando direttamente sul posto e garantendo così l'arrivo dei fondi da noi raccolti direttamente a chi ne ha bisogno, tra i tanti. Potremo dare un contributo alle famiglie per garantire ai loro figli ciò che servirà per l'imminente anno scolastico, oppure sostenere i nostri colleghi, contribuendo all'acquisto di ciò di cui avranno bisogno per la loro attività… Vedremo…
In ogni caso, sia le somme raccolte, che il loro utilizzo sarà documentato attraverso i nostri canali di comunicazione e il passaggio di consegne avverrà direttamente, dopo che, con il MIDA Precari, saranno individuate le situazioni che maggiormente necessitano di aiuto quali destinatarie delle nostre donazioni.
Non è l'importo che si potrà donare che sarà significativo: ogni piccolo gesto sarà grandissimo, se unito insieme a tutti gli altri, come sempre abbiamo fatto finora!
Siamo certi che questa iniziativa incontrerà la vostra approvazione e la risposta che l'obiettivo della stessa merita.

Per dstinare la porpia donazione volontaria in favore delle popolazioni terremotate mettiamo a disposizione il seguente numero di conto corrente: 
Conto Banco Posta

IBAN IT-59-W-07601-10200-000004417704

INTESTATO A:  ADIDA, Via I. Garbini, 50 – 01100 Viterbo

Per postagiri da correntisti postali (preferibile) e bollettini (con contante):

 cc: 000004417704 

INTESTATO A: ADIDA (ASSOCIAZIONE DOCENTI INVISIBILI DA ABILITARE), Via I. Garbini, 50 – 01100 Viterbo

CAUSALE: DONAZIONE VOLONTARIA SISMA 24 AGOSTO